Allenatore

L'allenatore è la figura sportiva che — in ambito amatoriale o professionistico — si occupa della preparazione dell'atleta.[1]

Sul piano regolamentare l'abilitazione alla carica (comunemente detta «patentino»[2]) è normalmente rilasciata dalla federazione competente[1], previa frequentazione di un apposito corso e del superamento dello stesso[3][4]: lo svolgimento dell'incarico senza il possesso di tale requisito determina un fatto illecito.[2]

A livello agonistico la figura è deputata alla formazione tecnica degli atleti[1], dirigendo l'allenamento e sedendo in panchina durante le gare.[1] Normalmente impossibilitato ad accedere al terreno di gioco pena sanzione da parte dell'arbitro[5], negli sport di squadra l'allenatore è responsabile unico della formazione titolare — ossia degli effettivi schierati in campo —[6] e delle riserve (rincalzi) a disposizione in panchina.[1] In caso di squalifica, viene sostituito dal vice-allenatore (o «allenatore in seconda»).[1]

Comunemente definito anche «tecnico» («coach» in inglese[7]) o «mister» — definizione quest'ultima riconducibile al britannico William Garbutt[8], così soprannominato dai suoi calciatori —[9][10] in discipline individuali assume nominazioni differenti[5], quali per esempio il secondo nel pugilato.[11]

Relativamente alle rappresentative nazionali, la figura dell'allenatore è chiamata «commissario tecnico».[1]

Copyright