Museo di storia e antropologia di Tenerife

Il Museo di storia e antropologia di Tenerife (spagnolo: Museo de Historia y Antropología de Tenerife - abbreviato in MHA[1]), fa parte dell'Organismo Autónomo de Museos y Centros de Tenerife (del Cabildo de Tenerife).

Ha aperto a dicembre 1993 nel palazzo noto come Casa Lercaro (risalente al XVI secolo), a San Cristóbal de La Laguna, nelle Isole Canarie (Spagna)[2].

Il museo trae le sue origini dalla fusione del Museo di storia col Museo di antropologia (quest'ultimo nato nel maggio del 1995). È stato istituito con il fine di diffondere la storia dell'isola di Tenerife e offrire una panoramica dello sviluppo istituzionale socio-economico e culturale del luogo, dal XV al XX secolo.

La struttura ha anche compiti di ricerca, salvataggio, conservazione, diffusione ed esposizione dei reperti, e del patrimonio bibliografico dell'isola[3].

L'istituzione museale ha due sedi nel municipio di La Laguna, uno a Casa Lercaro, e l'altra a Casa de Carta (in Valle de Guerra)[4][5].

A Casa Lercaro vi è legata la leggenda di Catalina Lercaro. Catalina, appartenente alla famiglia genovese dei Lercaro, fu costretta a sposare un uomo più anziano, che godeva di una buona posizione sociale e grande ricchezza. Tale matrimonio di convenienza non fu gradito affatto da Catalina, la quale, il giorno delle nozze si suicidò gettandosi nel pozzo del cortile del palazzo di famiglia[6]. Molte persone affermano di aver visto lo spettro di Catalina Lercaro nel museo.

La Casa Lercaro è considerata la più famosa casa infestata delle Isole Canarie[7].

Other Languages

Copyright